Nicchi: “Le moviole non contano nulla”